Privacy Policy Serekht - - Faraoni - - Antico Egitto di Iside

SEREKHT

FARAONI

Serekht
Serekht – Horus

Il serekht era una cornice rettangolare nella quale, durante il periodo arcaico, si trovava un simbolo che indicava il nome del faraone.

Era composta dalla rappresentazione di una fortezza o del muro di cinta di una città e al di sotto erano scritti i simboli geroglifici che formavano il nome del sovrano.

Il alto c’era il falco che rappresenta Horo, simbolo della reincarnazione del faraone, il nome scritto nel serekht era infatti detto “nome Horo”, il più antico della titolatura reale.

Il significato del serekht indicava il sovrano come “Colui che è nella casa del dio Horus”, ovvero il dio stesso che viveva nella propria casa.

Questo simbolo rimase in uso sino al termine della civiltà egizia come uno dei Grandi Nomi, tuttavia a partire dalla III dinastia perse la caratteristica identificativa del sovrano, sostituita dall’iscrizione del nome nel cartiglio.

POTREBBE INTERESSARTI

Cartiglio
La titolatura reale
Il nome e il martellamento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *