Privacy Policy Armi antico Egitto - Antico Egitto di Iside

ARMI ANTICO EGITTO

Armi antico Egitto
Armi del faraone Tutankhamon

L’armamento durante l’Antico ed il Medio Regno fu alquanto povero: contava solo mazze di pietra, archi, frecce e giavellotti a punta di selce o bronzo, pugnale e scure in bronzo e un grande scudo di pelle tesa dalla forma variabile (rettangolare, ovale o rotondo).

Più tardi, durante il Nuovo Regno, il corredo militare fu arricchito con armi provenienti dall’Oriente tramite gli Hyksos: daga, lancia, casco di cuoio, corazza di lino pressato.

Armi antico Egitto

Armi nella tomba di Ramsete III: Mazza, bastone, Spada a forma di falce (simile alla Sapara assira), Coltello da combattimento.
Fotografia tratta dal sito Enciclopedia delle armi – a cura d Edoardo Mori

La grande novità di quel periodo fu il carro da guerra a due ruote raggiate, arrivato con gli Hyksos.

Gli egizi lo trasformarono rendendolo più leggero e quindi più veloce, pur rimanendo molto stabile.

La cassa, solo sagomata, era formata da tondini di legno incurvati che si univano, al fondo e sui fianchi, con piani di sostegno in legno e vimini intrecciati.

Le ruote, anch’esse leggerissime, erano di legno incurvato, forse fasciate di cuoio, a quattro  o sei raggi, alte poco meno di un metro, con mozzo di bronzo. 

Una lunga stanga permetteva l’attacco di due cavalli legati solo al pettorale e al collo, così da avere massima libertà di scarto.

Il carro era montato da un auriga e da un combattente con arco, lancia e scudo.

Si combatteva con armi ornamentali
Armi antico Egitto
Khopesh

I nobili dell’antico Egitto, faraone incluso, combattevano personalmente e portavano a termine l’esecuzione dei prigionieri.

Lo facevano con armi decorate, invece di usarle per le cerimonie: lo dice la ricerca condotta da Daniel Boatright, egittologo presso l’Isle of Wight College (Uk).

Lo studioso è arrivato a questa inattesa conclusione analizzando con microscopi e altre attrezzature da laboratorio 125 armi egiziane dell’Età del Bronzo.

Tra queste vi erano spade, pugnali, frecce, aste e fiocine, confrontando poi tale analisi con un report su altre 350 strumenti da guerra della stessa epoca

Il materiale era stato trafugato da tombe e siti archeologici più di 100 anni prima, oppure acquistato da musei o collezionisti tra il diciannovesimo e il ventesimo secolo.

Lo studio era mirato a comprendere l’utilizzo che tali armi avevano avuto all’epoca.

I risultati hanno mostrato che, nonostante il loro aspetto facesse pensare ad un uso cerimoniale, in realtà furono impiegate in battaglia, fino all’esecuzione dei prigionieri.

Inoltre, il fatto che fossero strumenti così riccamente decorati e impreziositi, dimostra la loro appartenenza alle classi di rango elevato della società egizia, e quindi come i nobili stessi in persona partecipassero ai combattimenti.

Tuttavia, Boatright precisa che “sarebbe da discutere se i nobili realmente si trovassero nel mezzo della battaglia o restassero a guardare da una parte”,

Questo infatti non può essere dimostrato solo con queste osservazioni.

Fonte Roberta De Carolis per Nextme

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *