Privacy Policy

PIETRA DI PALERMO

Pietra di Palermo

La Pietra di Palermo è un frammento di diorite nero recante su ambo i lati un elenco di re, i nomi delle loro madri ed il livello che le piene del Nilo raggiungevano ogni anno.

Misura 43 cm di altezza e 30.5 di larghezza. Si ipotizza che all’origine avesse una lunghezza di circa 2 metri ed un’altezza di 60 cm.

Prende il nome dal capoluogo siciliano a cui fu donata nel 1877.

Frammenti più piccoli si trovano al Museo del Cairo e a British Museum di Londra.

Redatta al tempo di Niuserra sui lati reca una lunga successione di anni regali che va dall’inizio della I dinastia al terzo faraone della V.
La sua funzione fu probabilmente calendariale e cronologica a beneficio del tempio di Phat a Menfi.

Un documento di enorme valore.

Sulla prima riga rimasta si possono vedere i nomi di Re del Basso e dell’Alto Egitto mai attestati prima, l’ultimo probabilmente fu Narmer.
Dal regno di Narmer le caselle contengono alcuni avvenimenti significativi di ogni singolo anno di regno.

Alla fine del regno erano annotati i mesi e i giorni di differenza tra la morte del sovrano e l’inizio dell’anno.

Gli eventi più ricorrenti, riportati sulla Pietra di Palermo, sono accessi al trono, cerimonie varie, processioni dei seguaci di Horus, censimenti, battaglie e nascite di principi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *