Storia Antica e Moderna

LA VIA DELLA SETA

Via della SetaIn rosso la via della seta

Con questo termine coniato nel XIX secolo, si usa indicare l’insieme di percorsi che dall’antichità, collegavano l’Estremo Oriente all’Europa passando attraverso l’Asia centrale e l’Asia Minore.
Proprio lungo questa via, si ebbero scambi commerciali che ebbero un’importanza fondamentale sulle influenze artistiche.
Le tappe principali dei viaggi erano: Antiochia, Samarcanda, Bactra, Babilonia, Seleucia, Palmira, Xi’an e Khotan.
Nel V secolo a.C. giunsero in Asia Centrale le prime sete cinesi e nei secoli successivi gli scambi con l’Estremo Oriente, si moltiplicarono.
Percorsa inizialmente solo da mercanti, la via della seta fu usata in seguito anche da pellegrini e missionari.
Le merci erano trasportate via terra fino ai porti del Mediterraneo, per poi arrivare in tutta Europa.
Oltre alle sete e altri tessuti, spezie, monete giada, coralli, gioielli, piatti e vasi di ceramica, statuette, vetri lavorati raggiungevano il vecchio continente.
Con le crociate giunsero dall’Oriente anche varie reliquie, che andarono ad arricchire i tesori della chiesa.
La via della seta fu percorsa fino al XVI secolo, quando i viaggi degli esploratori permisero di individuare rotte marittime più rapide e meno pericolose, evitando in questo modo l’ostacolo delle catene montuose asiatiche.

Storia Antica e Moderna

Hit Counter