ARCHEOLOGIA ANTICO EGITTO
TUTANKHAMON:
trasferiti il letto dorato e il suo carro da guerra
Sostieni Archeologia Antico Egitto
Cerca nel sito Collabora con noi Tra Storia e Mito
Letto faraone Tutankhamon
Da quando la tomba del giovane faraone dimenticato Tutankhamon fu scoperta da Howard Carter nel lontano 4 novembre 1922, le spoglie del sovrano e il corredo funerario non hanno mai avuto pace.

Le innumereveli peregrinazioni sembrano però essere giunte al termine.
Ieri, 24 maggio 2017, è iniziato il trasporto del corredo funebre e dei tesori ritrovati nel sepolcro (l'unico scoperto intatto) dalla città de il Cairo alla loro nuova e definitiva destinazione all'ombra delle tre piramidi di Giza
.

"Il Grande museo egizio, aprirà parzialmente nella prima metà del 2018" - spiega in un'intervista Khalid Al-Anani, ministro egiziano delle Antichità - abbiamo già trasferito quattromila reperti collegati a Tutankhamon".

Adesso è la volta di due stupendi pezzi:
il letto dorato con teste di leone (o leopardo), lungo 180 cm, largo 91 cm e alto 156 cm, con il naso, il contorno occhi, e quelle che furono definite lacrime in pasta vitrea blu con occhi in cristallo dipinti sul retro per far trasparire l'iride e la pupilla, e il suo carro da guerra.

In tutto duecento chili impacchettati accuratamente in container di legno imbottiti di materiale anti urto per evitare qualsiasi sollecitazione, dalle vibrazioni alle variazioni di temperatura, e caricati su camion scortati da un ingente apparato di sicurezza.

"Intendiamo trasferire il completo corredo sepolcrale del faraone Tutankhamon affinché i reperti siano esposti tutti insieme per la prima volta" - sottolinea Issa Zeidan, responsabile del trasporto - "Verranno radunati in una sala di settemila metri quadrati del nuovo Grande Museo Egizio".

24 Maggio 2017

 

ARCHEOLOGIA ANTICO EGITTO