ARCHEOLOGIA ANTICO EGITTO
LE SEPOLTURE
PIRAMIDI DI GIZA

Sostieni Archeologia Antico Egitto

Cerca nel sito Collabora con noi Tra Storia e Mito
Piramidi di Giza


Alla sinistra del corso del Nilo, 11 km a sud-ovest della capitale il Cairo, emergono dal deserto le tre piramidi di Giza risalenti alla IV dinastia (2700-2500 ca. a.C.).

Il complesso è costituito dai tre imponenti monumenti funerari dei faraoni Cheope, Chefren e Micerino.
Nei pressi sorgono la famosa Sfinge ,alcune piramidi minori (le tombe delle regine) e diverse mastabe di funzionari.

Le piramidi di Giza erano annoverate nell'antichità tra le sette meraviglie del mondo e sono i modelli classici di questo tipo di costruzioni.

La "strada delle Piramidi" che collega la piazza di Giza con la zona archeologica, è stata inaugurata nel 1869 in occasione della visita dell'imperatrice Eugenia e ampliata nel 1932 per la visita di Vittorio Emanuele III di Savoia.

La piramide di Cheope
Dovuta all'architetto Hemiunu, la piramide di Cheope aveva in origine il lato di base di 230,50 m e raggiungeva, con un'inclinazione di 50°50' delle sue facce, i 146,60 m: attualmente il vertice è a 137,18 m e la piramide occupa una superficie di 53 000 mq, mentre il volume dello spazio interno supera i 2 600 000 mc.

Tre riflessioni sulla costruzione della Grande Piramide
(Simone Scotto di Carlo)

La piramide di Chefren
Questa piramide (XXVI sec. a.C.). che offre la particolarità di possedere ancora intorno al vertice (più a punta di quello della piramide di Cheope) buona parte dei suo rivestimento originario, è situata nel punto più alto del pianoro ed è di poco posteriore alla Grande Piramide.

La piramide di Micerino
Con la fine della IV dinastia si delinea una diversa organizzazione sociale: il potere del faraone tende a diminuire di fronte a una diversa distribuzione di ricchezza e autorità.
La piramide di Micerino, figlio di Chefren, riflette questa tendenza per le minori dimensioni delle precedenti tombe reali, la minor cura costruttiva e il minor rispetto dei tempi di costruzione.

Le piramidi di Giza e la costellazione di Orione
Testi rituali e mitologici scolpiti sulle pareti interne di varie piramidi descrivono prevalentemente la morte l'aldilà.

Le mastabe del complesso di Giza
Ai lati della piramide di Cheope, escludendo la parte settentrionale, vi sono oltre alle piccole piramidi delle regine, numerose mastabe destinate ai membri della famiglia reale, agli alti funzionari dello stato e ai dignitari del culto, appartenenti alla IV, alla V e alla VI dinastia.


Mastabe
Nelle mastabe più antiche sul lato est vi era una stele che raffigurava una falsaporta sulla quale erano incisi il nome e i titoli del defunto.
Piramidi
La piramide era chiamata MR (pronunciato MER), il prefisso M significa il luogo ed R designa l’atto di salire: quindi luogo dell’ascensione.
Ipogei
L’ipogeo è una sepoltura sotterranea scavata al fianco delle pareti calcaree dominanti la valle del Nilo sino al Delta.

Salvo preventiva autorizzazione scritta, è vietata la riproduzione, anche parziale e con qualsiasi mezzo



ANTICO EGITTO DI ISIDE ARCHEOLOGIA ANTICO EGITTO SEPOLTURE