ARCHEOLOGIA ANTICO EGITTO
GIZA
Apre ai visitatori il cimitero
dei costruttori delle piramidi
Sostieni Archeologia Antico Egitto

Cerca nel sito Collabora con noi Tra Storia e Mito
Giza Necropoli

Piramide Cheope
Trent'anni fa, poco lontano dalle Piramidi di Giza, fu scoperto il cimitero dei costruttori delle piramidi; dopo lunghi anni di restauro sono state finalmente aperte ai turisti.

Il cimitero contiene tombe molto ben conservate, ad esempio quella di Nefer Thieth, supervisore del faraone sui lavori.
L'uomo aveva due mogli e otto figli; la tomba è dotata di due falsi ingressi e decorata con varie iscrizioni sulle mura.

Altre tombe sono state riportate alla luce nel corso di questi anni, ad esempio quella del figlio del faraone Cheope, Asharaf Mohi, direttore generale della costruzione delle piramidi di Giza.

Secondo gli archeologi del ministero il luogo è pieno di avvertimenti e maledizioni per proteggere il luogo dai ladri.
Tra queste, quella scoperta dall'archeologo Hawass che avverte che "coloro che entreranno in questo luogo per rubare o distruggere le tombe saranno divorati dai coccodrilli nell'acqua o colpiti dai serpenti sulla terra":
possano gli ippopotami attaccarli in acqua e gli scorpioni sulla terra", si legge ancora.

Siamo sicuri che i turisti non si lasceranno spaventare da maledizioni e proclami, e non perderanno l’occasione per visitare il “cimitero maledetto”.


4 Novembre 2017

ANTICO EGITTO DI ISIDE SCOPERTE ARCHEOLOGICHE  TRA STORIA E MITO