ARCHEOLOGIA ANTICO EGITTO
GLI ARCHEOLOGI
JEAN FRANCOIS CHAMPOLLION
Sostieni Archeologia Antico Egitto
Quando i risultati del lavoro di Yung furono inviati a Champollion, in Francia, quest'ultimo impiegò due anni prima di convincersi che i geroglifici non erano semplicemente simbolici.
Una volta accettato il loro valore fonetico fu in grado non solo di identificare rapidamente i segni, ma anche di comprendere abbastanza bene l'antica lingua, tanto da poter fare la traduzione completa della sezione geroglifica della
Stele di Rosetta.

Non si limit˛ ad interpretare come
Yung singole parole o lettere, ma riconobbe il "sistema".

Scriveva Champollion al segretario della Reale Accademia francese delle iscrizioni, il barone Joseph Dacier:
"Sono arrivato al punto in cui posso avere una visione completa della struttura generale di questa forma di scrittura, segni e regole della loro combinazione ... così ci sono le basi per la grammatica e il dizionario di queste scritte che si trovano sulla maggior parte dei monumenti".

Purtroppo Champollion non potè vedere la pubblicazione della sua grammatica, poichè morì d'infarto nel 1832.

Dopo oltre millecinquecento anni di silenzio, finalmente si potevano leggere gli antichi testi egizi e per gli studiosi si apriva un nuovo orizzonte di informazioni
Thot Dio della scrittura egizia

Salvo preventiva autorizzazione scritta, Ŕ vietata la riproduzione, anche parziale e con qualsiasi mezzo

ARCHEOLOGIA ANTICO EGITTO GLI ARCHEOLOGI ANTICO EGITTO DI ISIDE